Legge 68/99 - Nuova comunicazione dell'Agenzia Piemonte Lavoro

Ritenendo che possa interessare soci dell'APIC , familiari e conoscenti iscritti nelle liste del collocamento mirato legge 68/99).
Ricordiamo che per l'assunzione delle persone (sono 75) "chiamata Comune di Torino" si è riusciti a fare applicare distinzione tra persone con disabilità uditiva con riconoscimento Sordi civili (Legge 381/70 e persone con riconoscimento invalidità civile (con % invalidità richiesta per assunzione categorie protette).

http://www.agenziapiemontelavoro.it/


 

 

 

Dedicato ai portatori di Impianto Cocleare COCHLEAR

APIC, CIAO Ci Sentiamo e FIADDA Piemonte, con il contributo non condizionato di Cochlear Italia, organizzano un incontro sulla cura e manutenzione dell'Impianto Cocleare. Durante l'incontro si discuterà di connettività e tecnologia con il supporto degli specialisti e le testimonianze di chi da tempo usa l'impianto cocleare.
In particolare per i bambini, saranno organizzate delle attività ludico-formative e di intrattenimento con la finalità di favorire la conoscenza di un corretto uso e manutenzione dell'impianto.

L'evento dedicato ai portatori dell'Impianto Cocleare Cochlear si terrà
Sabato 16 Febbraio 2019 dalle 9.00 alle 12.30
presso la Sala Congressi ENVIRONMENT PARK di Via Livorno 58 a Torino

Vi è la possibilità di parcheggio sotterraneo P B2 - Sulla sinistra proseguire per Centro Congressi Ingresso N°13 - con ascensore/scale salire al primo piano.

Informazioni e iscrizioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
347 4116594 (ore serali o messaggi)

 


 

GIMMI HA TROVATO CASA!!!

Ragazzi e ragazze! Ho una bellissima notizia da darvi! Sono talmente incredulo che non so neanche da parte cominciare…oggi sono stato….ma no, parto da prima…ecco….vi ricordate il mio precedente racconto? Quello in cui facevo outing e confessavo che avevo paura del buio? Ecco, partiamo dalla fine di quel “buio” periodo, quando mi proponevo di tenervi informati sugli sviluppi della mia vicenda e vi chiedevo di aiutarmi a rimanere quello che sono e cioè un ingenuo e candido pannello ad induzione magnetica che si proponeva al sevizio di tutte quelle persone portatici di Impianto Cocleare e Protesi Acustica!

Ce ne erano state le avvisaglie qualche giorno fa quando i miei amici dell’APIC inspiegabilmente mi tennero sotto carica per una notte intera, poi una mattina venni caricato nel portabagagli di un auto e sballottato per interminabili minuti fino  a quando rividi la luce in un posto sconosciuto che ho pregato fino all’ultimo non fosse l’ecocentro....Ed infine eccomi pronto a prendere servizio presso l’ISISS "A. Magarotto" di Torino!! Proprio così, da oggi per tutti sarò il Prof. Gimmi e sarò impegnato a sensibilizzare i ragazzi e insegnanti dell’istituto su quello che faccio e in che modo lo faccio! Naturalmente ho già avvertito tutti i miei fratelli e i miei cugini sparsi per la regione che affettuosamente vi attendono alle loro postazioni (nella mappa sotto potete scoprire dove sono!)

Che dire ancora…..ragazzi grazie, grazie, grazie e ricordate, per esperienza personale, rimanete sempre quello che siete, alla lunga paga sempre!!!!!
Il vostro Gimmi (senza Prof. per gli amici)


 

 

Auguri per un 2019....

Clicca Quì per arrivare al nostro Punto di Incontro

e far festa con noi!!!!!

 

L’entusiasmo verso la ricerca della realizzazione delle aspirazioni e dei bisogni ci porta a definire sogno quel che sembra impossibile, ma c’è un detto indiano  che dice: Quando si è soli a sognare è un sogno, ma quando si è in due a sognare, Si è già nella realtà .

Questo è l’augurio che facciamo a tutte/i non perdere il sorriso del sogno restando nella realtà senza perdere la speranza e la voglia di lottare insieme.

 Auguri!
Il Consiglio Direttivo dell’APIC


 

Pranzo Sociale APIC 2018 - La Fotogallery

Cliccando sull'immagine o al seguente link è possibile accedere alla FOTOGALLERY del Pranzo Sociale APIC 2018 che si è tenuto domenica 16 Dicembre 2018 come di consueto al ristorante Antico Casale di Corso Casale 278 a Torino.
Naturalmente è possibile integrare l'album anche con le vostre foto, potete inviarcele alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Inoltre se per un qualsiasi motivo non desideraste comparire nell'album, potete segnalarci alla stessa mail la vostra volontà ad essere rimossi dalla raccolta.

Segnaliamo inoltre anche al presente LINK è presente la raccolta di buona parte degli eventi organizzati negli ultimi anni dall'APIC.
Buona visione a tutti


 

La TV rallentata, dalla RAI le istruzioni per l'uso

Da comunicato sulla newsletter RAI tutto quello che è utile sapere sull'importantissimo progetto.

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, celebrata il 3 dicembre, il Museo della Radio e della Televisione che è nel Centro di Produzione di Torino, in via Verdi, ha ospitato un convegno dal titolo Spazi culturali Rai: ricerca, aspirazioni e opportunità. Tra le varie comunicazioni degli esperti, anche un approfondimento sul Progetto Tv Rallentata: perché il cinema e la televisione hanno subito una evoluzione straordinaria nei mezzi tecnici come nei contenuti; e l’esigenza di stare al passo con i tempi e con una società che vive a ritmi sempre più serrati ha cambiato profondamente il modo di realizzare i programmi televisivi e radiofonici.

Il Progetto Tv Rallentata, ideato dal Centro Ricerche Innovazione Tecnologica e Sperimentazione (Crits) della Rai, in collaborazione con Rai Responsabilità Sociale e Rai Digital, nasce con l'obiettivo di arricchire l’offerta Rai per il Sociale e prevede la realizzazione di un servizio che consenta di migliorare la fruibilità dei programmi televisivi rallentandoli in modo da presentarli ad una velocità ottimale.

La Tv Rallentata permette di coinvolgere un ampio bacino di utenza agevolando principalmente le persone anziane e i soggetti con disabilità sensoriali/cognitive, ma trova anche una sua naturale applicazione per agevolare la comprensione dei contenuti televisivi trasmessi in lingua straniera e per migliorare la fruizione dei programmi televisivi da parte degli stranieri che non comprendono bene la lingua italiana.

La Tv Rallentata è disponibile per le principali edizioni dei telegiornali pubblicati sulla piattaforma RaiPlay ed è accessibile dagli apparecchi smart tv connessi alla rete internet. Successivamente potrà essere resa disponibile anche su altre tipologie di dispositivi (pctablet smartphone).

Grazie alle più avanzate tecnologie di video-processing è possibile ridurre la velocità del video e dell’audio di un programma, aumentando l’intelligibilità senza introdurre alterazioni del timbro originale. L’utente, tramite il tasto blu del telecomando, può facilmente accedere alla funzione di rallentamento per adattare il contenuto ai propri "tempi di visione". Poiché la comprensibilità di un programma è estremamente soggettiva, si offre al telespettatore la possibilità di scegliere tra diverse percentuali di rallentamento. Rivedere un programma televisivo o vederlo in modo più lento può permettere a molte persone di fruirne in modo ottimale, comprendendo meglio il contenuto ed eliminando il senso di frustrazione che scaturisce dal fatto di non comprendere totalmente ciò che viene detto.

Il Progetto Tv Rallentata potrebbe anche fungere da stimolo per l'industria dei costruttori di apparecchi televisivi affinché, nelle nuove generazioni di dispositivi, la funzionalità di rallentamento venga integrata in modo tale da essere disponibile anche sui programmi live.

Il Centro Ricerche Innovazione Tecnologica e Sperimentazione si è avvalso, per la validazione medico-scientifica, della collaborazione del Dipartimento di Otorinolaringoiatria del Presidio Ospedaliero Molinette di Torino - Università di Torino,del Politecnico di Torino e dell'Associazione Portatori di Impianto Cocleare.

Nel video che trovate sopra, le caratteristiche del progetto vengono illustrate da un servizio di Rainews dell'ottobre 2017.


 

Notizie L.68/99 - PREDISPOSIZIONE GRADUATORIA LEGGE N.68/99 PER L’ANNO 2019

AGGIORNAMENTO DEI DATI PER TUTTI I LAVORATORI (art. 1 e art .18) INSERITI IN GRADUATORIA

Ai fini della composizione della graduatoria prevista dall’art. 8 comma 2 della L. n. 68/1999, i Centri per l’Impiego devono raccogliere, per tutti i lavoratori ancora inseriti in graduatoria e che insistono sul territorio di propria competenza, dati e notizie utili ai fini dell’aggiornamento della graduatoria stessa, secondo quanto definito dalla D.G.R. 7/05/2002 n. 56-5967.

Si informa pertanto che ogni iscritto agli elenchi della L. 68/1999 dovrà presentarsi al Centro per l’Impiego territorialmente competente
dal 6 novembre 2018 al 28 febbraio 2019 per:

  • gli iscritti nelle liste della l.68/99 devono confermare la propria immediata disponibilità al lavoro. La mancata conferma della immediata disponibilità al lavoro non comporterà la perdita dell’iscrizione, ma costituirà elemento di penalizzazione per l’ inserimento nella graduatoria ex art. 8 della L. 68/1999 per l’anno in corso;
  • dichiarare qualsiasi reddito lordo, anche immobiliare e mobiliare, del soggetto, con esclusione del suo nucleo famigliare, relativo all’anno 2017 secondo quanto prescritto dalla citata D.G.R. 07/05/2002 n. 56-5957. La dichiarazione è necessaria anche se il reddito è pari a zero;
  • dichiarare il carico familiare. La dichiarazione è necessaria anche se il carico familiare è pari a zero;
  • presentare l’ultimo verbale di invalidità solo per gli iscritti all'articolo 1.

Le informazioni sopraelencate concorrono all’elaborazione del punteggio complessivo di graduatoria riferito alla data del 31/12/2018.

Nel caso di mancata presentazione nei tempi indicati non sarà più possibile modificare i dati che contribuiscono all’inserimento nella graduatoria.

I dati raccolti determineranno la graduatoria 2019.

E’ necessario presentarsi al Centro per l’Impiego dove si è iscritti, secondo le modalità che saranno indicate successivamente sul sito dell’Agenzia Piemonte Lavoro

Si informa inoltre che non si procederà ad avvertire mediante posta ordinaria gli interessati, rispetto alla scadenza di cui alla D.G.R. 07/05/2002 n. 56-5957, come da prassi di alcuni CPI della Regione. Per ogni ulteriore informazione o chiarimento, consultare il sito dell’Agenzia Piemonte Lavoro.

 

Avviso Prospetto Informativo

Le Amministrazioni Pubbliche che non abbiano già provveduto alla compilazione del Prospetto Informativo, dovranno inviarlo, a prescindere dalla modifica della situazione occupazionale, entro il 15 settembre 2018. Per l’invio, le Amministrazioni interessate dovranno assumere a riferimento la situazione occupazionale cristallizzata al 31 dicembre 2017.

Inoltre, le Amministrazioni Pubbliche con una scopertura delle quote di riserva dovranno trasmettere telematicamente una comunicazione contenente i tempi e le modalità di copertura. La procedura sarà disponibile dal 23 luglio 2018 e fino al 15 settembre 2018, nella Sezione “Strumenti e servizi” del sito istituzionale del Ministero.

La “news” è stata pubblicata sul sito della Regione Piemonte nell’area tematica riferita alla disabilità con la dicitura: “Prospetto informativo per la Pubblica Amministrazione: comunicazioni importanti”. Il link di riferimento è http://www.regione.piemonte.it/disabilita/index.htm.

Sono state inoltre introdotte delle nuove faq, a questo proposito, su PRODIS del Sistema Piemonte per la compilazione del prospetto informativo disabili nelle ultime notizie
(http://www.sistemapiemonte.it/lavoro/guida_applicazioni/cms/index.php)

 

Nuovi modelli di Convenzione art. 11 Legge 68/99

In coerenza con i nuovi criteri introdotti dalla Deliberazione della Giunta n. 30-5416 del 24 luglio 2017 “Indirizzi e criteri per la stipula delle convenzioni di cui all’art.11 della L. 12 marzo 1999, n. 68 in materia di inserimento lavorativo dei disabili”, ed in virtù del fatto che si è reso necessario superare i differenti modelli provinciali, APL ha acquisito gli indirizzi sopracitati adottando,
con Determinazione del Direttore n. 842 del 21/11/2017, i modelli necessari alla stipula degli accordi con le aziende private e gli enti pubblici che trovate pubblicate di seguito.


CONVENZIONE EX ART. 11 L. 68/99 - Aziende private e Enti Pubblici economici (Word) (PDF)

CONVENZIONE EX ART. 11 L. 68/99 - Enti Pubblici non economici (Word) (PDF)


 

RAI: GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITA'

Durante la Conferenza del 3 Dicembre 2018 presso il Museo della Radio e della Televisione di via Verdi 16 a Torino dedicata alla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità di cui riportiamo il comunicato dell'ufficio stampa RAI, sono state annunciate tra l'altro alcune importanti iniziative a cui APIC ha collaborato attivamente. Si tratta del progetto sulla TV rallentata, detta anche Stretch TV, della quale abbiamo già dato spazio in precedenti articoli e tra questi ci piace ricordare quello dedicato alla tesi di laurea della Dott.ssa Carla Montuschi che affronta proprio questa importantissima migliora tecnologica. Le trasmissioni con audio/ video rallentato sono al momento disponibili sulle Smart Tv di ultima generazione tramite collegamento a Rai Play, prossimamente i programmi saranno visibili in modalità facilitata anche collegandosi semplicemente tramite un normale pc o l’app Rai Replay dedicata.
Nella stessa giornata è stato annunciato il completamento dei lavori che hanno reso accessibile tramite impianto ad induzione magnetica l’Auditorium RAI Arturo Toscanini a Torino dove sono stati attrezzati circa 40 posti; a questo verrà affiancato un progetto che con la collaborazione della Città della Salute e della Scienza di Torino e nello specifico tramite la dott.ssa Montuschi, accompagnerà un gruppo di audiolesi portatori di protesi acustiche e impianti cocleari in un “corso formativo" di avvicinamento e sensibilizzazione alla musica e naturalmente al primo dei tanti concerti che verranno proposti con l’ausilio di quest’ultima tecnologia nella bellissima sala di via Rossini, 15 a partire dal 4 aprile 2019. 

 

Da comunicato Ufficio Stampa RAI del 3/12/2018
A Torino "Spazi Culturali Rai: Ricerca, Aspirazioni e Opportunità"

Dare completa accessibilità a tutti gli spazi culturali, renderli inclusivi anche per le persone con disabilità: se ne parla al Museo della Radio e della Televisione di via Verdi 16 a Torino che – lunedì 3 dicembre alle 14.00 – ospita l’incontro a ingresso libero “Spazi Culturali Rai: Ricerca, Aspirazioni e Opportunità”, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. Obiettivo: fare il punto – anche con alcuni esempi concreti - sulle nuove frontiere della tecnologia al servizio della cultura, dal cinema ai musei.
Ad aprire i lavori, Maria Bollini, vicedirettrice di Rai Ragazzi e Presidente Pari Opportunità Rai; Emilio Agagliati, direttore Servizi Culturali e Amministrativi del Comune di Torino; Alberto Morello, direttore del Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione Rai; e Roberto Natale, direttore di Responsabilità Sociale Rai.
A seguire, gli interventi di tecnici ed esperti, moderati da Mauro Rosini e Andrea Del Principe del Crit Rai: Carla Montuschi, tecnico audiometrista presso Città della Salute e della Scienza di Torino; affronta il tema “Riabilitativa…Mente e Cultura”; Massimo Molteni, direttore sanitario dell’IRCCS Medea e  responsabile dell’Unità Operativa di Psicopatologia dell'età evolutiva, si sofferma su “Cultura e tecnologia per una inclusione possibile”, mentre Paolo Robutti, presidente dell’Associazione Abilitando, analizza “L'accessibilità museale per le persone con disabilità visiva”.
E ancora, Daniela Trunfio, presidente dell’Associazione Torino + Cultura Accessibile/Cinemanchìo, parla di “Accessibilità e Cultura. Politiche Innovazione, formazione, inclusione”; e Valentina Borsella, responsabile Progetti e Comunicazione Fondazione Carlo Molo onlus, approfondisce il tema “Cultura e qualità della vita: farmaci salvavita?”
Verrà inoltre presentata l’attività della Fondazione Carlo Molo con l’intervento di Luisa Antonini che, con il suo libro “Elsa, il signor No e la zia”, porta una testimonianza personale sul tema dell’afasia .
In chiusura è prevista, a cura dell’Aire, la visita al Museo della Radio e della Televisione Rai che propone percorsi ad hoc per le persone con disabilità.


 

3 dicembre 2018 - Giornata internazionale delle persone con disabilità

il 3 dicembre 2018  è la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ.  
La giornata è stata voluta dal Programma di azione mondiale per le persone disabili adottato nel 1982 dall'Assemblea generale dell'ONU.
Fra le tante iniziative  previste a Torino ci piace segnalare l'iniziativa della RAI:

Spazi Culturali RAI - Ricerca, Aspirazioni e Opportunità
Lunedi 3 Dicembre 2018 dalle 14 alle 18
Museo della Radio e della Televisione - via Verdi, 16 - Torino

Il convegno vuole dare voce a coloro che hanno attivamente collaborato allo Studio, Progettazione e Realizzazione dei Progetti di Accessibilità e Inclusione in cui Rai Centro Ricerche, Centro di Produzione di Torino e Responsabilità Sociale  sono stati promotori in questi ultimi anni.

Ricerca: La collaborazione con le Associazioni Carlo Molo, Torino + Cultura Accessibile e Abilitando, le Istituzioni Medico Scientifiche come Città della Salute e della Scienza e Istituto Medea hanno reso i Progetti di Ricerca calati sulle specifiche necessità dei singoli dandone una connotazione di innovazione tecnologica.

Aspirazione: La persona al centro dei nostri progetti non si deve accontentare di trovare risposta alle proprie necessità ma è importante che vi sia una evoluzione verso il raggiungimento dei propri  proponimenti e ambizioni per conseguire il proprio benessere.

Opportunità: La continua collaborazione con le istituzioni e le Associazioni che ci accompagnano nei diversi percorsi progettuali è finalizzata alla creazione di una “Rete”; grazie a questo lavoro in rete è possibile sviluppare la capacità di costruire e mantenere relazioni con molte persone diverse, questa capacità permette il raggiungimento del benessere della persona e risponde a pieno allo spirito di Servizio Pubblico della mission RAI: rappresenta una unica opportunità di condivisione, divulgazione, promozione ma sopratutto conoscenza delle specifiche necessità e aspirazioni delle persone con difficoltà

Per l'occasione saranno annunciate importanti novità su 2 progetti per i quai l'APIC ha collaborato per la realizzazione.


 

Dal TTF 2018 - Il film RIDE di V. Mastandrea accessibile nelle sale cinematografiche

Riceviamo da Stefano Pierpaoli - Coordinamento Cinemanchìo e volentieri pubblichiamo:

il 29 novembre uscirà nelle sale il film di Valerio Mastandrea RIDE.
Il film avrà sottotitolazione e audiodescrizione grazie soprattutto al lavoro e all'investimento di Daniela Trunfio e di Torino+Cultura Accessibile Onlus.
Questo evento si inserisce nel percorso complessivo dell'accessibilità culturale anche perchè probabilmente sarà lo stesso Valerio Mastandrea a svolgere un compito di sensibilizzazione su queste tematiche.
Noi cercheremo, per quanto possibile, di assicurare al film una presenza durevole nelle sale italiane e ci adopereremo affinchè questo film possa essere un valido veicolo di promozione dell'accessibilità e dell'inclusione culturale.
Il grave atteggiamento di indifferenza da parte delle Istituzioni rende di fatto più difficile la messa in opera del modello che tutti insieme abbiamo presentato.
Per questo motivo sarà assai complesso coordinare le proiezioni con sottotitolazione ed evitare che si generi un'inaccettabile episodio di discriminazione nei confronti delle persone sorde.
Faremo tutto il possibile, anche grazie alla vostra collaborazione, per allontanare questo pericolo e ci siamo già mossi presso le associazioni dei distributori e degli esercenti.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cinemanchio.it


 

Progetto "Il vostro Amico Sordo" 2018/19

Riparte anche per l'anno scolastico 2018/19 il progetto storico dell'APIC. "Il vostro Amico Sordo" è rivolto a classi della scuola primaria e secondaria di primo grado, familiari ed insegnanti di bambini portatori di protesi e/o impianto cocleare e ha come obbiettivo il far conoscere le problematiche relative alla sordità e all’inserimento scolastico del bambino sordo all’interno della classe in cui ci sia un compagno con disabilità uditiva e favorire la condivisione delle problematiche inerenti la disabilità uditiva nell’intento di ottimizzare il percorso educativo e formativo dei bambini portatori di protesi e/od impianto cocleare.


Contenuto del percorso

In questo progetto è previsto un doppio percorso parallelo. In questo modo si può ottenere una condivisione di conoscenze fra bambini, genitori ed insegnanti che scambiandosi le loro impressioni possono consolidare meglio il tentativo di uscire dall’individualismo, consentendo così che le problematiche del singolo diventino davvero “ problemi di classe “, nell’accezione positiva del termine. Incontri con le classi. Sviluppo delle problematiche relative alla sordità: anatomia e fisiologia dell’apparato uditivo, necessità di attuare comportamenti che preservino l’udito, significato della diversità, conoscenza dell’apparecchio acustico/impianto cocleare, rispetto delle regole di una convivenza più silenziosa.

Incontri con gli adulti mirati a conoscere: reali dimensioni del problema: incidenza del problema sordità, costi economici e sociali, aspetti preventivi: screening e nozioni di igiene acustica, aspetti rimediativi: protesi ed impianto cocleare, aspetti educativi: integrazione tra tutte le figure che si occupano del bambino per un lavoro integrato ed un, supporto reciproco, le barriere architettoniche: come aggirare problematiche relative all’acustica delle aule scolastiche ed al rumore di sottofondo, la tecnologia amica o nemica dell’apprendimento ? Riflessioni circa l’evoluzione del bambino in rapporto all’evoluzione tecnologica

Altre indicazioni: Giochi di ruolo, Utilizzo materiali vari, video interattivi e filmati con personaggi in stile cartoni animati, Necessità di pc, videoproiettore, TV e videoregistratore; al bisogno lavagna luminosa

Calendario: Uno o due incontri della durata di 1,30/2 ore, il numero degli incontri verrà programmato con i docenti referenti delle classi, con i quali si concorderanno le varie necessità inclusi eventuali incontri formativi per gli adulti.

 Sede attività: la scuola che richiede l’attività

A.P.I.C. Associazione Portatori Impianto Cocleare
strada comunale del Cartman 25 - 10132 Torino - telefono 011.8981674 cell. 3472214082
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

APIC ospite con FIADDA Piemonte al Congresso Provinciale Elettivo ENS 2018

L'APIC ringrazia il Presidente ENS Provinciale di Torino uscente, Serafino Timeo e la sua squadra, per la collaborazione portata avanti in questi anni a favore della tutela dei diritti di tutte le persone sorde. 
Confidando che possa continuare il lavoro congiunto con FIADDA ed ENS ringraziamo il Presidente e il Consiglio Direttivo uscente per il riconoscimento pubblico ricevuto durante i lavori del Congresso Provinciale Elettivo ENS del 25 Novembre 2018.


 

La "Casa di Cilla" un'importantissima realtà

Abbiamo partecipato il 24 novembre 2018 all’Open Day di Casa di Cilla in via Cottolengo, 22 – Torino, dove guidati dai volontariabbiamo preso conoscenza della bella realtà presente presso la struttura di ospitalità dedicata all’accoglienza di malati e loro famigliari.
La Casa di Cilla è distribuita su tre piani, può accogliere fino a 25 persone in camere doppie con servizi privati. Sono stati realizzati anche tre mini appartamenti per rispondere alle necessità di quegli ospiti che, avendo una lunga permanenza nella sede ospedaliera, potranno essere accolti in un ambiente quanto più possibile rispondente ad esigenze di privacy. 

Per ulteriori informazioni


 

Pranzo sociale APIC 2018

Vi aspettiamo tutti/e il 16 DICEMBRE 2018 per il Pranzo Sociale del ventennale dell'APIC, una  storia che continua!

Menù tradizionale:
Antipasti:  Tortino di asparagi con fonduta;   Gnocco fritto con spiedini di frutta; Mix di cozze.
Primi: Chicche al verde di mare; Paccheri al sugo paesana.
Secondi: Fritto misto di pesce; Arrosto con patate.
Contorni: Patate al forno; Insalata mista.

Menù vegetariano:
Antipasti: Tortino con fonduta; Parmigiana casareccia; Caprese di bufala con pomodorini.
Primi: Paccheri ai funghi porcini; Risotto al Castelmagno.
Secondi: Zucchine ripiene con provola affumicata.
Contorni: Patate al forno; Insalata mista.

Acqua, vino della casa, caffè e digestivo compresi nella quota di 27 euro a persona per gli adulti; bambini da 4 a 12 anni 15 euro e bambini di età inferiore a 3 anni gratis

Scarica la Locandina con il MENU

 

Ristorante Antico Casale - Corso Casale, 278 - 10132 Torino TO 


 

Esercitarsi con gli audiolibri, qualche idea......

Di seguito alcuni link dove è possibile in modo gratuito esercitarsi all'ascolto di un audiolibro con l'ausilio del testo scritto. E' un ottima forma di esercizio, che aiuta moltissimo nel riconoscimento e nella memorizzazione di parole e frasi che alle nostre protesi e/o IC giungono come sconosciute o in modo diverso da come le ricordavamo.

Innanzitutto il sito per eccellenza dell'audiolibro gratuito:
Liber Liber: http://www.liberliber.it/online/opere/audiolibri/
La sezione audiolibri è molto ben fornita e quasi sempre si trova il corrispondente testo per accompagnare l'ascolto.

Altro bellissimo sito che promuove soprattutto il racconto degli autori esordienti:
Progetto Babele http://www.progettobabele.it/AUDIOFILES/audiolibri.php
ha una nutrita categoria di audiolibri, divisa in sezioni. Consiglio una volta individuato l'audiolibro, di cliccare innanzitutto sul link "continua", si aprirà una seconda pagina con il testo da leggere; nella stessa finestra a questo punto si può far partire la riproduzione audio cliccando su "ascolta la versione audio di questo racconto. Bella iniziativa da supportare, bellissimi i racconti.

E a proposito di FIABE, non potevano mancare i principali classici, presenti sul canale TWHYRECORDS https://www.youtube.com/user/ITWHYRECORDS/videos i video sono stati realizzati adattando delle tavole fumetto con testi che permettono di seguire l'audio più articolato e romanzato con delle figure che richiamano le scene del racconto audio, non si tratta perciò di una trascrizione letterale del parlato ma semplicemente di una traccia...provateci!!!!

I quattro video ormai diventati un appuntamento irrinunciabile, creati, confezionati e pubblicati dalla nostra Dott.ssa Carla Montuschi, con la passione e la voglia di accompagnarci su gradini sempre più alti: 
2015 Slow motion
2016: Il coraggio di un uomo
2017 Storia di un agnolotto nero
2018: Incrinato
anch'essi di altrettanto semplice utilizzo; in questo caso si potrà seguire la voce narrante aiutandosi con il testo presente nello stesso video.

Da segnalare anche il canale di Youtube di Carlotta M.: https://www.youtube.com/channel/UC-upElHn93AAodjs-o7GlQA con altro materiale.

 

Alcune belle PLAYLIST di canzoni, pubblicate su Youtube con testo presente nel video:
CANZONI ITALIANE
CANZONI INGLESI

E naturalmente confidiamo sulla vostra collaborazione, segnalateci scrivendoci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. altri siti e piattaforme di vostra conoscenza dove con facilità si può reperire altro materiale!


 

Ciao! Mi chiamo Gimmi! - breve storia di una donazione mai avvenuta

Mi presento: il mio nome è Gimmi, sono un piccolo LOOP portatile e ho paura del buio.
Mi vesto preferibilmente con la banda blu, ma se vi piace gialla non ci sono problemi, l’importante è che mi adottiate.

Da troppo tempo mi tengono chiuso a chiave in un armadio, le mie batterie ricaricabili sono allo stremo; ogni tanto i miei amici dell’APIC mi tirano fuori e mi collegano alla presa elettrica per consentirmi un minimo di autonomia e per raccontarmi qualche storia che io prontamente trasmetto alle loro bobine.

E pensare che quando sono stato acquistato nel 2016 assieme ad altri 10 miei fratelli ne ero felicissimo, il progetto in cui ero stato destinato andava a gonfie vele e mi attendeva un ruolo di grande responsabilità presso lo sportello di accoglienza di  uno dei  principali ospedali di Torino! E invece no, li ho visti partire uno a uno i miei fratelli, anche con un pizzico di invidia, ma sapevo che presto sarebbe toccato a me scattare non appena sarebbe giunta LA telefonata, che non è mai arrivata.

2017, anno nuovo vita nuova e nuovo progetto dei miei amici Apicini, questa volta ancora più ambizioso, vengo raggiunto da altri 8 miei cugini. Il mio ruolo è uno dei principali, si tratta di occuparsi dell’accoglienza del principale ospedale di un capoluogo di provincia! Seguo con i transistor in gola tutti gli scambi di missive e contromissive e ad un certo punto addirittura sento i miei amici mettersi d’accordo tra loro per decidere quale mezzo utilizzare per raggiungere la località che mi attende, poi più niente, saluto uno a uno i miei cugini e ad un certo punto mi ritrovo di nuovo solo nel mio armadio! Per carità, non è che si sta malaccio, ho un ottimo rapporto con la stampante laser con cui ci faccio lunghe chiacchierate malgrado i suoi continui sbalzi di umore; invece trovo presuntuoso e supermontato il loop fisso che viene utilizzato in altro modo; pensare che siamo pure parenti, seppur alla lontana.

Ed eccoci nel 2018. Questa volta non si può fallire, il progetto è ad hoc su di me, si tratta di andare a prendere servizio presso il più grande centro anagrafico regionale, gestito dal comune capoluogo e prima capitale di Italia! Lo stesso comune sta facendo della tecnologia il suo cavallo di battaglia e va da se che è ormai cosa fatta. Questa volta vengo addirittura invitato a tenere una lezione dai i responsabili comunali, i quali almeno davanti a me, sono entusiasti di quello che faccio, ancora poche settimane e sicuro.... finalmente avrò la mia collocazione ideale! Ma poi non si sa bene per quale motivo nessuno fa seguito a quanto promesso, i miei amici provano più volte a risvegliare l’interesse ma tutto tace.

Ed eccoci ai giorni nostri: oggi il volontario di turno mi ha tenuto in carica per 2 ore e siccome era da solo, per  testarne il funzionamento non ha fatto che ripetere continuamente  la frase che più odio (ma lui non lo sa, gli voglio un mondo di bene) …….<<sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!.... sa, sa, sa prova!....>>…….
Ogni tanto si fanno sentire i miei fratelli e cugini, mi raccontano le loro avventure e quanto si sentono utili, giuro che ad oggi non ho mai augurato a nessuno di loro di cadere dal bancone o di incappare in un cortocircuito, la cosa grave è che però seppur solo una volta queste cose le ho pensate……

Amici, aiutatemi a rimanere quello che sono!!!!

Per ora è tutto, vi terrò aggiornati degli sviluppi!
Gimmi, il piccolo loop che ha paura del buio.


 

ANNULLATA L’EDIZIONE 2018/2019 di "Hey ti voglio raccontare"

Il consiglio direttivo dell’Associazione APIC a malincuore è stata costretta a deliberare l’annullamento del laboratorio Hey ti voglio raccontare - Edizione 2018/19.

Purtroppo malgrado il grosso lavoro effettuato per diffondere e proporre il nuovo format , non si è raggiunto un numero di adesioni tale a compensare lo sforzo, anche economico, che APIC si sarebbe volentieri accollata al fine di garantire, anche per questa edizione,  la totale gratuità del laboratorio.

Ci prenderemo un anno per riflettere e naturalmente per fare un ampia analisi al fine di individuare le ragioni del fallimento, sicuramente faremo  tesoro delle bellissime esperienze fino ad oggi vissute per proporre in futuro qualcosa di nuovo e ancora più innovativo.

Un ringraziamento a:
Servizio  Passepartout del Comune di Torino che prontamente ci aveva già messo a disposizione la sala Colorandia di Corso Unione Sovietica 220/d;
A
i tre conduttori: Daniele, Eleonora e Sara che fino all’ultimo ci hanno creduto e supportato, a cui auguriamo ogni bene per la loro attività professionale;
E naturalmente un grazie ai ragazzi e alle loro famiglie che anche quest’anno hanno rinnovato la fiducia verso APIC e “Hey ti voglio raccontare”.

Il consiglio direttivo di APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare

 


 

La prima de "Il punto di incontro" al museo del Cinema (VIDEO)

Torino 28 Ottobre 2018 - La prima del cortometraggio "Il punto di incontro" nell'Aula del Tempio del Museo Nazionale del Cinema - Mole Antonelliana durante l'evento SoundFrames MUSICA PER TUTTI I SENSI a cui hanno partecipato l'artista Margherita Vicario e il rapper Brazzo.

Ricordiamo che grazie al supporto dell’Associazione Torino + Cultura Accessibile e di GTT Gruppo Torinese Trasportidal 29 ottobre sino al 4 novembre, il corto animato sarà visibile come trailer durante le proiezioni cinematografiche del Cinema Massimo, del Circuito Cinema Torino: Nazionale, Romano, Eliseo e del Circuito di Slow Cinema: F.lli Marx, Due Giardini, Politeama (Ivrea), I Portici (Fossano), Il Mulino (Piossasco) oltre che nelle stazioni della Metropolitana del capoluogo piemontese.


 

 

SoundFrames presenta MUSICA PER TUTTI I SENSI al Museo del Cinema

MOLE ANTONELLIANA – DOMENICA 28 OTTOBRE, ORE 18.00 AULA DEL TEMPIO

Durante la serata/evento, sarà presentato: "Il punto d’incontroun corto animato che trasforma le emozioni in immagini e racconta il mondo attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi con disabilità uditiva del laboratorio "Hey ti voglio raccontare 2017/18" appena concluso, realizzato dall’Associazione APIC e dalla Fondazione Akusia in collaborazione con il Servizio Passepartout del Comune di Torino.

Con il supporto dell’Associazione Torino + Cultura Accessibile e di GTT Gruppo Torinese Trasporti, dal 29 ottobre sino al 4 novembre, il corto animato sarà visibile come trailer durante le proiezioni cinematografiche del Cinema Massimo, del Circuito Cinema Torino: Nazionale, Romano, Eliseo e del Circuito di Slow Cinema: F.lli Marx, Due Giardini, Politeama (Ivrea), I Portici (Fossano), Il Mulino (Piossasco) oltre che nelle stazioni della Metropolitana del capoluogo piemontese.

Ecco il video!!!!!


  

SoundFrames
presenta

MUSICA PER TUTTI I SENSI
Concerto-evento accessibile con
Margherita Vicario e il rapper Brazzo

MOLE ANTONELLIANA – DOMENICA 28 OTTOBRE, ORE 18.00
AULA DEL TEMPIO

 

Proseguono nell’Aula del Tempio della Mole Antonelliana, gli eventi organizzati in occasione della mostra SoundFrames, in programma al Museo Nazionale del Cinema fino al 7 gennaio 2019. L’evento è inserito nel calendario Torino verso una città accessibile, progetto della Città di Torino nell’ambito di 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale.


Per l’occasione, il Museo Nazionale del Cinema presenta 
Musica per tutti i sensi, un concerto-evento accessibile, progettato in collaborazione con Seeyousound International Film Festival e Ente Nazionale Sordi – Sezione Provinciale Torino. Protagonista della serata sarà l’artista Margherita Vicario (INRI RECORDS # Il Nuovo Rumore Italiano), cantautrice, attrice teatrale e cinematografica che spazia dai film di Woody Allen alle serie Tv Rai, passando per un intero programma su Rai Tre al fianco di Massimo Gramellini: un’artista votata all’eccellenza sin da bambina. Il suo primo album Minimal Musical, è stato candidato al Premio Tenco come Opera Prima. L’esibizione di Margherita Vicario sarà tradotta da interpreti di Lingua dei Segni Italiana, grazie al Settore Servizi Sociali del Comune di Torino.

 

Ad aprire il concerto, il primo rapper sordo in Italia, Brazzo: dal suo primo singolo Sono sordo, mica scemo è impegnato a sensibilizzare il pubblico al tema della sordità e al riconoscimento giuridico della LIS, la lingua dei segni italiana.

Durante la serata, sarà presentato il corto animato Il punto d’incontro realizzato dall’Associazione APIC e la Fondazione Akusia.

Prima del concerto sarà possibile visitare la mostra SoundFrames. Cinema e musica in mostra. Mostra accessibile grazie a video introduttivi con interprete LIS e descrizione audio. Scopri di più su: www.museocinema.it/it/soundframes-una-mostra-accessibile

Ingresso con biglietto del Museo Nazionale del Cinema.
Per acquistare il biglietto clicca qui


 

Telefonia fissa e Mobile - Agevolazioni per non vedenti e non udenti AGGIORNAMENTO

Aggiornato al 22 ottobre 2018

 

Negli ultimi mesi abbiamo dato già informazioni sulla nuova delibera approvata a gennaio di quest’anno dall’AGCOM, n. 46/17/CONS “Misure specifiche e disposizioni in materia di condizioni economiche agevolate, riservate a particolari categorie di clientela, per i servizi di comunicazione elettronica da postazione fissa e mobile”. Una delibera che va ad aggiornare le ultime disposizioni, risalenti al 2007, sia per la telefonia mobile che per quella fissa.

Cliccando sul logo della compagnia prescelta è possibile vedere la nuova offerta dedicata.
Segnalateci altre eventuali, scrivendoci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., le pubblicheremo al più presto.



                                                               


 

Ripartono i Lunedì pomeriggio della Prevenzione e della Salute

Riceviamo e pubblichiamo:

Gentilissime/i,
Gratificati e motivati per la partecipazione di un pubblico sempre più interessato, attento e numeroso, presentiamo il secondo ciclo di Incontri del 2018 “I Lunedì pomeriggio della Prevenzione e della Salute”, che avrà luogo, come di consueto, presso il Centro di Biotecnologie Molecolari - Università di Torino, sito in Via Nizza 52 a Torino.

La rassegna di Conferenze offerta gratuitamente a tutta la Cittadinanza, avrà inizio Lunedì 8 ottobre 2018 alle ore 16,30.

La rassegna viene presentata dall'Associazione "Più Vita in Salute".


Cliccando sull'immagine: la Locandina degli appuntamenti ed il Depliant.




 

IL PUNTO DI INCONTRO - Un progetto di APIC e Fondazione Akusia al Museo del Cinema

L'Associazione APIC e la Fondazione Akusia, con la collaborazione del Servizio Passepartout del Comune di Torino, Torino + Cultura Accessibile e i Servizi Educativi del Museo Nazionale del Cinema  sono lieti  di presentare "Il punto d’incontro”  un corto animato che trasforma le emozioni in immagini e racconta il mondo attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi con disabilità uditiva del laboratorio di Visual Storytelling “Hey ti voglio raccontare 2017/18” già alla terza edizione e rivolto ai giovani delle scuole medie e superiori di Torino e provincia. 
La prima del "cortissimometraggio" avverrà durante l'evento concerto:

MUSICA PER TUTTI I SENSI, #SOUNDFRAMES - Cinema e Musica in mostra
Domenica 28 ottobre alle Ore 18-19.30 - Aula del Tempio - Mole Antonelliana - Via Montebello 22 - Torino

Il concerto evento accessibile, progettato in collaborazione con Seeyousound International Film Festival e Ente Nazionale Sordi. Protagonista della serata sarà l’artista Margherita Vicario (INRI RECORDS # Il Nuovo Rumore Italiano), cantautrice, attrice teatrale e cinematografica che spazia dai film di Woody Allen a alle serie Tv Rai, passando per un intero programma su Rai Tre al fianco di Massimo Gramellini: un’artista votata all’eccellenza sin da bambina in quanto parte di una famiglia parte del grande schermo da generazioni. Il suo primo album  Minimal Musical, è stato candidato al Premio Tenco come Opera Prima.   Ad aprire il concerto, il primo rapper sordo in Italia, Brazzo: dal suo primo singolo Sono sordo, mica scemo  è impegnato a sensibilizzare il pubblico sulle persone sorde e sul riconoscimento giuridico della LIS, la lingua dei segni italiana. Durata 1 ora circa. 
Prima del concerto sarà possibile visitare la mostra SoundFrames.Cinema e musica in mostra, accessibile con audioguida  e video LIS di introduzione alle sezioni espositive. Un concerto accessibile con Margherita Vicario, cantautrice, attrice che spazia dai film di Woody Allen a alle serie Tv Rai. Il suo album d’esordio  Minimal Musical è stato candidato al Premio Tenco come Opera Prima. Apre il concerto Brazzo, il primo rapper sordo in Italia, impegnato a sensibilizzare il pubblico sulle persone sorde e sul riconoscimento giuridico della LIS.  
Costo: il concerto è compreso nel biglietto di ingresso al Museo   € 11
Servizio di interprete LIS  offerto dal Comune di Torino - http://www.museocinema.it/it/calendario/6793

Ringraziamo il Museo Nazionale del Cinema che con i propri Servizi Educativi, hanno reso possibile chiudere alla grande il "Hey ti voglio raccontare 2017/18"!!!

Dal 29 Ottobre 2019 sarà possibile visionare "Il punto di incontro" su questo sito e inoltre, grazie all'interessamento dell'Associazione Torino + Cultura Accessibile e di GTT Gruppo Torinese Trasporti, nella stessa data il filmato verrà diffuso nelle stazioni della Metropolitana di Torino .


 

PDTA 2018 - L'intervento dell'APIC

L'Associazione APIC invitata ad illustrare il ruolo dell'Associazione e del suo Sportello di ascolto al PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE (PDTA) DEL PAZIENTE SORDO SOTTOPOSTO AD INTERVENTO DI POSIZIONAMENTO DI IMPIANTO COCLEARE O PROTESI IMPIANTABILE 2018, sarà presente nella giornata del 4 Ottobre alle 14 presso l'Aula Magna Dental School Via Nizza 230 Torino - S.C. ORL Audiologia Foniatria AOU Città della Salute e della Scienza di Torino al fine di contribuire con la propria esperienza e testimonianza a rendere il più completa possibile la formazione dei partecipanti.

Al seguente LINK la relazione esposta il 4 Ottobre 2018 da Paolo De Luca, Presidente APIC e Davide Bechis, Consigliere APIC e Referente dello sportello di ascolto.


 

Ampliamento convenzione con Fondazione Don Gnocchi ONLUS



Il Servizio Convenzioni di Fondazione Don Gnocchi ci ha informato che a fronte della convenzione in essere con la struttura Centro S. Maria ai Colli di Torino l'accordo è da ritenersi esteso anche agli ambulatori di Fondazione Don Gnocchi presenti in Via Peyron e in Via Livorno.

Per i soci APIC in regola con il tesseramento per l'anno corrente e loro familiari la convenzione è quindi estesa ai servizi e alle prestazioni a pagamento offerti dai tre Centri della Fondazione Don Gnocchi ONLUS nell'elenco sottostante:

- CENTRO S. MARIA AI COLLI - PRESIDIO SANITARIO AUSILIATRICE
10133 Torino • Viale Settimio Severo 65 • TEL: 011 6303311 
www.dongnocchi.it/@strutture/presidio-sanitario-ausiliatrice-centro-s-maria-ai-colli 
• E- mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- POLIAMBULATORIO AUSILIATRICE DI TORINO
10143 Torino • Via Amedeo Peyron 42 • TEL: 011 6303311 
www.dongnocchi.it/@strutture/poliambulatorio-don-gnocchi 
• E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- AMBULATORIO DON GNOCCHI DI TORINO
10144 Torino • Via Livorno 58 • TEL: 011 6303493
www.dongnocchi.it/@strutture/ambulatorio-di-torino-via-livorno 
• E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Verrà applicato uno  sconto del 10 % sull’intero tariffario vigente per l'attività privata.

 

RAI: A TORINO UN MUSEO VERAMENTE PER TUTTI

Un nuovo progetto di inclusione firmato dal Servizio Pubblico.
In occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio 2018”, la RAI e il Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica hanno organizzato per il 22 e 23 settembre un’apertura straordinaria del Museo della Radio e della Televisione di Torino, che prevede tre visite guidate dedicate alle persone con disabilità sensoriali. Il Museo, infatti, è stato progettato e allestito per essere fruibile in autonomia da persone con disabilità visiva e uditiva, grazie ad una serie di accorgimenti tattili e tecnici all’avanguardia. E una visita consente certamente un prezioso “tuffo nel passato”.

Da comunicato Ufficio Stampa RAI:

Garantire a tutti la completa fruibilità delle opere museali con percorsi ad hoc e con l’aiuto della tecnologia. E l’obiettivo con il quale Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Rai, Centro di Produzione Tv Rai di Torino e Rai Responsabilità Sociale hanno lavorato insieme per rendere accessibili spazi culturali come il Museo della Radio e della Televisione e l’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino. E’ nato così - nell’ambito dì un’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura della Città di Torino che promuove in tutti i Musei del territorio, una politica di inclusione e accessibilità - il progetto “Musei accessibili”, dedicato alle persone con disabilità, che vuole essere anche un esempio per future iniziative di altre realtà museali. Il progetto nasce dalla collaborazione con associazioni come ENS - Ente Nazionale Sordi, ADV — Associazione Disabili Visivi, UICI — Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, APIC — Associazione Portatori Impianto Cocleare e con partner che si occupano del tema della disabilità come Città della Salute e della Scienza, Università di Torino, Politecnico di Torino, Associazione ASPHI.

L’intento è quello di rendere accessibili le 14 teche del museo Rai sfruttando un sistema di audio o video descrizione attivabile dallo smartphone o dal tablet: per accedere ai servizi, infatti, basta scaricare la app dedicata e inquadrare con la fotocamera del dispositivo mobile il QRcode presente su ciascuna vetrina espositiva. Il visitatore ha la possibilità di scegliere tra sei percorsi museali in base alle proprie esigenze e preferenze. A guidare i non udenti lungo il percorso museale nella lingua dei segni è un attore virtuale che compare sullo schermo dello smartphone. Per i visitatori portatori di impianto cocleare o di apparecchio acustico è invece possibile collegare tramite Bluetooth lo smartphone al proprio Streamer 2,4 GHz e inquadrare il QRcode dell’opera di cui si intende avere maggiori informazioni; l’utente riceve così il segnale trasmesso dallo Streamer direttamente al proprio impianto acustico. Per le persone cieche o ipovedenti, oltre al percorso dedicato, ci sono in prossimità di ciascuna opera postazioni di ascolto con cuffie e dei QRcode in rilievo per fruire delle audioguide tramite lo smartphone. Grazie alla tecnologia 3D, infine, è possibile riprodurre alcuni reperti esposti per poterne avere una sensazione tattile. Per il futuro, Rai sta studiando anche campane audio per veicolare le descrizioni delle opere ai visitatori che si trovano vicini ad esse e delle unità robotiche dotate di telecamere e di microfoni che permettono ai visitatori che non sono in grado di muoversi di visitare il museo in telepresenza, anche dopo l’orario di chiusura.

www.ufficiostampa.rai.it

 

L'app Cochlear ™ Nucleus® Smart ora compatibile anche per la piattaforma Android

Progettato specificamente per il processore audio Cochlear ™ Nucleus® 7, l'app Cochlear ™ Nucleus® Smart consente di regolare le impostazioni del processore  direttamente da un dispositivo Apple® o Android ™ compatibile.

Con l'app Nucleus Smart è possibile:

Monitorare lo stato del tuo processore audio - Visualizzare la durata della batteria e controllare se il tuo processore audio funziona in colpo d'occhio.
Durante una telefonata o in particolari situazioni è possibile ridurre il rumore circostante. 
Inoltre è presente la funzione trova il mio processore - che può aiutarti a localizzare un processore audio mal riposto. Puoi visualizzare la posizione del processore su una mappa o utilizzare la funzione "nelle vicinanze" per vedere quanto sei vicino al tuo dispositivo.

Altre funzioni: 
Hearing Tracker - Controlla il numero di volte in cui la bobina si stacca e la durata del tempo in voce.
ForwardFocus - Una volta abilitato dal medico, ForwardFocus è una funzionalità esclusiva del processore Nucleus 7. Puoi attivare questa funzione utilizzando l'app Nucleus Smart per ridurre il rumore proveniente da dietro di te, così puoi concentrarti su una conversazione faccia a faccia di fronte a te.

Per scaricare l'app sul telefono compatibile cliccare sul link del proprio sistema operativo:

Download on the App Store 
 

ANDROID:

Come posso collegare il processore Nucleus 7 al mio dispositivo Android? Per utilizzare le funzioni di controllo della Nucleus Smart App, devi prima collegare i processori al dispositivo Android compatibile.

Posso collegare processori bilaterali al mio dispositivo Android?
Sì. Se possiedi processori Nucleus 7 bilaterali devi collegare entrambi i processori al dispositivo Android compatibile. A tale scopo, devi collegare entrambi i processori contemporaneamente (durante la stessa finestra di collegamento).

Vedere il filmato di esempio cliccando sull'immagine sottostante:

 

 


IPHONE e IPOD TOUCH:
 

Come posso collegare il processore Nucleus 7 al mio iPhone o iPod touch? Per utilizzare le funzioni di controllo della Nucleus Smart App, devi prima collegare i processori al dispositivo iPhone o iPod touch compatibile.

Posso collegare dispositivi bilaterali al mio iPhone o iPod touch?Sì. Se possiedi processori Nucleus 7 bilaterali devi collegare entrambi i processori al dispositivo Apple compatibile. A tale scopo, devi collegare entrambi i processori contemporaneamente (durante la stessa finestra di collegamento) e verificare che siano stati correttamente impostati come dispositivo "destro" e "sinistro".

Vedere il filmato di esempio cliccando sull'immagine sottostante:
 
 
 

 

Dedicato ai soci: Sistema audio per ascolto domestico in prova allo sportello di ascolto APIC

L’Associazione è a disposizione con qualsiasi socio ne farà richiesta, a far provare un impianto domestico bluethooth con collare ad induzione magnetica, adatto all’ascolto a distanza e senza fili di TV, riproduttori musicali e smartphone (solo se provvisti di tecnologia bluethooth).

L’impianto è custodito ed è in prova presso lo Sportello di Ascolto APIC dell'ospedale Molinette. 
La prova ha lo scopo di far conoscere questa tecnologia a chi ha problemi uditivi ed è portatore di protesi acustica e/o impianto cocleare provvisti di bobina telecoil. Queste apparecchiature sono facilmente reperibili nei negozi specializzati che trattano articoli per deboli di udito, le loro funzioni naturalmente variano da modello a modello. L’impianto in nostro possesso è uno dei più completi sul mercato e offre una panoramica molto vasta sulle possibili applicazioni di questa tecnologia.

Naturalmente oltre alla prova dell'apparecchiatura, si cercherà di individuare insieme quale può essere la propria soluzione ideale, ciò per sfruttare al meglio quanto la tecnologia mette oggi a disposizione di che è portatore di PA o IC.

E' consigliabile richiedere un appuntamento allo Spazio APIC - sportello di ascolto, presente all'ospedale Molinette di Torino - 4° piano - locali dell'ex biblioteca di Audiologia - ala di via Genova 3, via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

In allegato sul presente link il manuale d’uso dell’apparato.  

 

La Rai "accessibile", nuovo allestimento per il Museo della Radio e della Tv

La struttura di via Verdi si è dotata di strumenti per la fruizione di non udenti e non vedenti. Rossi: "Deve diventare un luogo aperto alla città". Appendino: "Lavoriamo per rendere Torino più accessibile"

La Rai punta sull’accessibilità e pensa a non udenti e non vedenti. Con questo spirito ha presentato, stamani, il nuovo percorso al Museo della Radio e della Televisione di via Verdi 16. Tablet, QR Code, interpreti Lis virtuali. Sono alcune delle novità introdotte dal centro Rai torinese per favorire la fruizione del museo, con un nuovo totem, posizionato all’ingresso, che oltre a una mappa tattile contiene a che tutte le indicazioni per visitare il museo.

Ed ecco che le 14 vetrine, che contengono preziose testimonianze dell’evoluzione dei mezzi di comunicazione di massa dell’ultimo secolo, prima dell’avvento di internet. Sono presenti sei diversi percorsi audio, attivabili tramite uno smartphone e i QR Code, che possono essere messi in comunicazione diretta con gli impianti cocleari tramite un’apposita tecnologia. Anche in lingua inglese. Un tablet su ogni vetrina, poi, “ospita” un interprete Lis virtuale che ne racconta il contenuto.

“Abbiamo dedicato questa giornata all’accessibilità – ha commentato Guido Rossi, direttore del Centro di produzione Rai di Torino – con un momento pubblico e uno di studio. Questo percorso ha due novità: i tablet con un avatar che usa la lingua dei segni e un percorso per non vedenti con QR Code. Questo deve diventare un luogo aperto alla città, perché la Rai dimostri di essere un’azienda pubblica del territorio”.

L’occasione è utile per estendere il discorso anche alla città. “Lavoriamo per renderla più accessibile – ha commentato la sindaca di Torino, Chiara Appendino – ma c’è ancora molto da fare. Pensiamo ai nostri mezzi pubblici, alle strade, ai marciapiedi, in tal senso lavoriamo con le associazioni, qui c’è grande sensibilità”. Un aspetto sottolineato anche da Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte: “Questo è un salto di civiltà enorme – ha aggiunto – ed è un obiettivo da porci per tutta la città, sarebbe un gran bel segnale. Torino, su questo tema, è un punto di riferimento per l’Italia e l’Europa”.

“La Rai – ha aggiunto Fabrizio Ferragni, direttore delle relazioni istituzioni dell’azienda – ha l’obbligo e il dovere morale di rendere accessibili i suoi prodotti”. “Il progetto – ha precisato Alberto Morello, direttore del Crits – è nato da un’iniziativa del centro ricerche Rai, seguendo una politica di inclusione sul territorio”.

Il Crits – Centro ricerche, innovazione tecnologica e sperimentazione della RAI, ha lavorato insieme al centro di produzione di Torino e a Rai Responsabilità Sociale . Ma il nuovo allestimento nasce anche grazie alla collaborazione con Ens – Ente Nazionale SordiAdv – Associaione disabili visivi, Uici – Unione italiana ciechi e ipovedentiApic – Associazione Portatori Impianto Cocleare e insieme alla Città della Salute e della Scienza, l’Università di Torino, il Politecnico e l’Associazione Asphi.

Da Torino Oggi 9 luglio 2018 - Paolo Morelli.

 

VISITA AL MUSEO RAI della RADIO e della TELEVISIONE

Mercoledi 20 Giugno 2018 ore 17 - presso il Museo RAI della Radio e della Televisione
Via Giuseppe Verdi, 16 - 10124 Torino - INGRESSO GRATUITO

Alla scoperta dei percorsi accessibili del Museo RAI della Radio e della Televisione.

Alla visita parteciperanno la Dott.ssa C. MONTUSCHI e gli studenti del C.d.L. DI TECNICHE AUDIOPROTESICHE.

Il Museo ospita la sperimentazione del Progetto “Musei Accessibili “, che ha l’obiettivo di realizzare un Percorso Museale Pilota che sia rivolto all'inclusione delle persone con disabilità sensoriali e motorie.
Il Progetto nasce dalla collaborazione tra le Direzioni RAI Centro di Produzione TV di Torino, Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica e Responsabilità Sociale e si avvale della collaborazione di partner che operano sul tema della disabilità come Città della Salute e della Scienza – Dipartimento di Otorinolaringoiatria, Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino.

Per aderire scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vedi la presentazione completa.

 

Incontro con Advanced Bionics

Corso sull'uso, la manutenzione, le connettività e le nuove tecnologie dedicate al proprio impianto cocleare AB tenuto da Advanced Bionics.

L'incontro si terrà il:
7 luglio 2018 dalle 10 alle 12 presso il Centro Servizi per il Volontariato VOL-TO - Via Giolitti 21 - 10123 Torino.

Per aderire: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il vostro Amico Sordo - Per la prima volta messo in pratica il secondo percorso.

Torino - 15 maggio 2018 - Scuola P. Baricco - Corso Peschiera 380 - Torino

Per chi non lo sapesse, nel progetto Il vostro Amico Sordo è previsto un doppio percorso parallelo. In questo modo si può ottenere una condivisione di conoscenze fra bambini, genitori ed insegnanti che scambiandosi le loro impressioni possono consolidare meglio il tentativo di uscire dall’individualismo, consentendo così che le problematiche del singolo diventino davvero “problemi di classe“, nell’accezione positiva del termine. 
E per la prima volta grazie alla collaborazione con la scuola P. Baricco di Corso Peschiera 380 di Torino, l'APIC è stata messa nella condizione di mettere in opera il percorso completo del progetto, completata la prima fase con gli alunni della 2a G il 20 Febbraio 2018, l'associazione è stata nuovamente chiamata per completare il percorso di sensibilizzazione e cioè: ad effettuare un incontro con adulti, mirato a conoscere le reali dimensioni del problema; l'incidenza del problema sordità, costi economici e sociali, aspetti preventivi: screening e nozioni di igiene acustica, aspetti rimediativi: protesi ed impianto cocleare, aspetti educativi: integrazione tra tutte le figure che si occupano del bambino per un lavoro integrato ed un, supporto reciproco, le barriere architettoniche: come aggirare problematiche relative all’acustica delle aule scolastiche ed al rumore di sottofondo, la tecnologia amica o nemica dell’apprendimento? Riflessioni circa l’evoluzione del bambino in rapporto all’evoluzione tecnologica.

Ringraziando la scuola P. Baricco per l'opportunità, approfittiamo dell'occasione per invitarvi a sostenere questo nostro storico progetto, con la condivisione della notizia e destinando in fase di dichiarazione dei redditi il 5x1000 all'APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare, segnando il codice fiscale 97581140015 nello spazio per il "Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale".

 

Conclusa l'edizione 2017/18 di Hey ti voglio raccontare

Venerdì 4 maggio 2018 presso la sala Colorandia del servizio Passepartout del Comune di Torino vi è stata una prima piccola festa di fine attività, dedicata ai ragazzi e alle loro famiglie, del laboratorio 2018 ”Hey ti voglio raccontare" interamente finanziato da APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare, che anche quest'anno ha avuto come valore aggiunto la partecipazione della Fondazione Akusia ONLUS oltre e la collaborazione del servizio Passepartout del Comune di Torino
Durante la festa sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai ragazzi.
Il progetto, “Hey ti voglio raccontare... laboratorio di storytelling per ragazzi sordi”, già alla terza edizione è stato ideato da A.P.I.C., l’Associazione Portatori Impianto Cocleare di Torino in sinergia con tre psicologi con qualifica di assistente alla comunicazione e alla collaborazione di Fondazione Akusia Onlus, ente volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche relative alle patologie limitative delle capacità comunicative di qualsiasi genere.
Il laboratorio, ha accompagnato anche quest’anno il dopo scuola dei ragazzi, con una cadenza settimanale, da ottobre 2017 fino ad aprile 2018, offrendo loro un approccio alla lettura e al narrare piacevole e divertente, rafforzando la loro fantasia e le loro capacità creative ed espressive, con lavori e discussioni di gruppo e giochi interattivi.Grazie alla collaborazione con Fondazione Akusia Onlus, con cadenza mensile un illustratrice professionista ha seguito i lavori dei ragazzi, creando con la loro collaborazione una breve storia animata. Ciò trattando diversi temi, dalle relazioni, alle abilità personali, aI contributo che la società e il mondo degli udenti possono dare, alle piccole grandi vittorie di questi ragazzi.
Il laboratorio è stato fondamentale per stimolare il confronto e la condivisione, approfondendo tematiche psicologiche e sociali importanti per lo sviluppo dei giovani sordi e supportarli nelle interazioni quotidiane col mondo degli udenti.

Naturalmente al più presto verrà creato un secondo evento questa volta aperto a tutti nella quale verrà finalmente presentata la storia animata di cui possiamo per ora svelare solo il titolo: Il punto di incontro; un piccolo capolavoro, voluto e costruito pezzo per pezzo dai nostri bravissimi ragazzi.

 A presto e …….continuate a seguirci, la storia continua!

 

Assemblea soci APIC 24 marzo 2018

Il 24/3/2018 si è riunita l’assemblea ordinaria dei soci dell’APIC (Associazione  Portatori  impianto Cocleare) presso aula studenti Audiologia Foniatria S.C.ORL AOU Città della Salute e della Scienza di Torino , via Genova 3 Torino. Viene chiamata alla presidenza dell'assemblea la socia Liliana Cardone e in qualità di segretaria verbalizzante la socia Elisabetta Casasola.



La Presidente dell’assemblea, ringrazia per la partecipazione (57 associati fra presenti e per delega) ed elenca i punti all'ordine del giorno:

1) Relazione del presidente
2)Approvazione bilancio consuntivo esercizio 2017
3)Approvazione bilancio preventivo esercizio 2018
4)Presentazione relazione 5 per mille 2017
5) Elezione Consiglio Direttivo
6) Elezione Revisori dei Conti
7)Varie ed eventuali

Prima di iniziare con l’O.d.G. viene data la parola a: Martha Beressello ad Alice Scarpitti e a Federico Sacchi dell’associazione Forword per presentare il progetto Rediscovery - gli anni perduti di Nino Ferrer supportato dall’APIC relativamente alla resa accessibile delle apparecchiature per ottenere la sottotitolazione in previsione di uno spettacolo teatrale.

 

Prende poi la parola Marta Basile studentessa del Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torinoche nell’ambito del lavoro per conseguire la laurea triennale richiede la collaborazione dei soci dell’APIC per la realizzazione di uno studio promosso dal Dipartimento che ha come oggetto le storie di vita delle persone portatrici di impianto cocleare.

Ai presenti link il verbale dell'assemblea 2018 e la fotogallery completa dell'evento

 

"Il vostro amico sordo" alla scuola Leopoldo Ottino di Torino

L’APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare ha intrattenuto il 14 Marzo 2018 gli alunni della Classe 5A della scuola Scuola Leopoldo Ottino di via Brissogne, 32 a Torino. Il vostro amico sordo è un progetto storico dell’Associazione, da sempre rivolto alle classi della scuola secondaria di primo grado, ai familiari ed agli insegnanti di bambini portatori di protesi e/o di impianto cocleare; ha come obbiettivo il far conoscere le problematiche relative alla sordità e all’inserimento scolastico del bambino sordo all’interno della classe in cui ci sia un compagno affetto da sordità e favorire la condivisione delle problematiche inerenti la disabilità uditiva nell’intento di ottimizzare il percorso educativo e formativo dei bambini portatori di protesi e/od impianto cocleare.

Il progetto è inserito tra le offerte previste all’interno dell’iniziativa denominata “Incontri di sensibilizzazione all’handicap” del Progetto Integrazione Scuola dell’Obbligo della Divisione Servizi Educativi della Città di Torino .
L’attività ha lo scopo di sensibilizzare, informare gli alunni sulle problematiche che comporta la riduzione più o meno grave dell’udito, infatti si è cercato  con linguaggio accessibile di far comprendere il funzionamento dell’udito e le difficoltà che deve affrontare una persona con disabilità uditiva  nella vita quotidiana e come si può prevenire , curare e superare  la sordità.

 

Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo - consegnato il pannello del progetto APIC 2017

Proseguono le installazioni dei pannelli ad induzione magnetica donati da APIC con il proprio "Progetto di sensibilizzazione alle barriere uditive 2017", gli ausili utilizzabili sui banchi di accoglienza, prenotazioni e informazioni hanno lo scopo di agevolare i portatori di protesi acustica e impianto Cocleare muniti di bobina TCOIL nella comprensione del parlato, essi trovano la loro utilità soprattutto in locali dove il rumore di fondo può essere molto fastidioso, facendo in modo che le informazioni dell'addetto  siano più facilmente comprensibili.

L'apparecchiatura che fa parte dei 9 ausili messi in donazione ad altrettanti presidi sanitari piemontesi è stata installata presso presso gli sportelli dell'Accettazione e Cassa del Presidio Ospedaliero S. Croce e Carle di Cuneo
Il progetto oltre a promuovere presso le strutture pubbliche le tecnologie utili a chi ha problemi di udito è volto anche alla sensibilizzazione e all'informazione riguardo le tecnologie che possono essere di supporto a chi è portatore di protesi acustica o impianto cocleare.
Il progetto, assieme agli altri 3 che APIC sta portando avanti è reso possibile tramite i contributi 5x1000 2014 ricevuti.

 

"Il vostro amico sordo" di APIC fa tappa alla scuola Elementare E. Salgari di Torino

L’APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare ha intrattenuto il 12 Marzo 2018 gli alunni della Classe 4C della scuola Scuola Elementare Emilio Salgari di via Lussimpiccolo, 30 a Torino. Il vostro amico sordo è un progetto storico dell’Associazione, da sempre rivolto alle classi della scuola secondaria di primo grado, ai familiari ed agli insegnanti di bambini portatori di protesi e/o di impianto cocleare; ha come obbiettivo il far conoscere le problematiche relative alla sordità e all’inserimento scolastico del bambino sordo all’interno della classe in cui ci sia un compagno affetto da sordità e favorire la condivisione delle problematiche inerenti la disabilità uditiva nell’intento di ottimizzare il percorso educativo e formativo dei bambini portatori di protesi e/od impianto cocleare.

Il progetto è inserito tra le offerte previste all’interno dell’iniziativa denominata “Incontri di sensibilizzazione all’handicap” del Progetto Integrazione Scuola dell’Obbligo della Divisione Servizi Educativi della Città di Torino .
L’attività ha lo scopo di sensibilizzare, informare gli alunni sulle problematiche che comporta la riduzione più o meno grave dell’udito, infatti si è cercato  con linguaggio accessibile di far comprendere il funzionamento dell’udito e le difficoltà che deve affrontare una persona con disabilità uditiva  nella vita quotidiana e come si può prevenire , curare e superare  la sordità.

 

Al Cinema Massimo la nuova rassegna di Più Cinema per Tutti

Più Cinema Per Tutti, ciclo di proiezioni con audio descrizione per ciechi e sottotitoli per sordi, che ha inaugurato con Carlo Verdone lo scorso ottobre al Cinema Massimo, collabora con Sottodiciotto Film Festival & Campus portando il film Short Skin di Duccio Chiarini, in programma venerdì 16 marzo a Torino, alle ore 18.00 al Cinema Massimo.

L’iniziativa Più Cinema Per Tutti, sviluppata dall'Associazione Museo Nazionale del Cinema con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell'ambito dell'edizione 2016 di Open - Progetti innovativi di Audience Engagement, e coordinato da Rosa Canosa, permette la fruizione cinematografica in sala da parte di persone con deficit della vista o dell’udito (ciechi, ipovedenti, sordi, sordastri e ipoudenti), oltre a facilitare la comprensione da parte del pubblico di origine straniera.

Sono proiezioni che non intendono essere eventi speciali e “dedicati”, bensì parte integrante della normale programmazione delle sale e rivolte a un pubblico ampioPer questo siamo felici della collaborazione con il Sottodiciotto Film Festival che, ospitando una delle proiezioni accessibili di Più Cinema Per Tutti, quella del film Short Skin di Duccio Chiarini, permette di ampliare ulteriormente il pubblico che può fruire della nostra formula di proiezioni accessibili ma aperte a tutti. È molto importante infatti sensibilizzare i giovani spettatori rispetto a un'esigenza (quella di avere audiodescrizioni e sottotitoli) che speriamo sarà sempre meglio soddisfatta nel futuro più prossimo, anche grazie all’impegno di quelli che oggi sono i cittadini più giovani - commenta Rosa Canosa, coordinatrice di Più Cinema Per Tutti

Le proiezioni della rassegna di Più Cinema per Tutti sono gratuite per gli spettatori con disabilità uditiva, mentre tutti gli altri, e quindi anche eventuali accompagnatori, pagano il biglietto unico ridotto a 4 euro (ad esclusione di SHORT SKIN, gratuito per tutti).

Chi è interessato può segnalarci la volontà di partecipare scrivendo su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando nella mail i nominativi dei partecipanti con disabilità uditiva e degli accompagnatori paganti.

Vi consigliamo di seguire anche la pagina FB più cinema per tutti in modo da essere aggiornati e leggere i comunicati: https://it-it.facebook.com/piucinemapertutti/

 

Ecco una breve sintesi della rassegna:

 

SHORT SKIN di Duccio Chiarini  (2014) venerdì 16 marzo alle ore 18: proiezione di apertura del Sottodiciotto Film Festival.

Il film Short Skin (Italia, 2015, 98’) è il lungometraggio d’esordio del fiorentino Duccio Chiarini, sviluppato nell’ambito del Biennale College Cinema al Festival di Venezia e accolto in concorso al Festival di Berlino nella sezione Generation 14plus. La pellicola è un racconto di formazione ambientato in Toscana, che ha il pregio di non essere riducibile ai soli luoghi comuni della commedia adolescenziale, pur accogliendo consapevolmente molti elementi portanti del genere: le schermaglie in famiglia, l’amico erotomane, l’amore per l’amica d’infanzia, la difficoltà di crescere e di fare i conti col proprio corpo. Short Skin racconta la storia di Edoardo che a diciassette anni non ha ancora avuto esperienze sessuali per via di un piccolo problema fisico che si rifiuta di affrontare. Arturo, l'amico di sempre, pensa solo ad abbordare le ragazze, mentre Edoardo è segretamente innamorato di Bianca. È il momento di affrontare la situazione, ma come fare?

Vi aspettiamo dunque venerdì 16 marzo, alle ore 18.00 presso il Cinema Massimo. La proiezione è gratuita per tutti

Film presentato alla MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2014) NELLA SEZIONE 'BIENNALE COLLEGE - CINEMA' e accolto IN CONCORSO AL FESTIVAL DI BERLINO (2015) NELLA SEZIONE 'GENERATION 14PLUS'

 



LA LA LAND di Damien Chazelle 2016) lunedì 26 marzo alle ore 20.30. 

Il ciclo di proiezioni con audio descrizione per ciechi e sottotitoli per sordi Più Cinema Per Tutti torna al cinema Massimo con il celebratissimo film La La Land di Damien Chazelle (USA 2016, 127'), in programma lunedì 26 marzo a Torino, alle ore 20.30 al Cinema Massimo.
 
La La Land racconta l'intensa e burrascosa storia d'amore fra un'attrice e un musicista che si sono appena trasferiti a Los Angeles in cerca di fortuna. Sei premi Oscar, sette Golden Globe e Coppa Volpi a Venezia per l'attrice protagonista Emma Stone.
 
La proiezione è gratuita per per gli spettatori ciechi o ipovedenti, sordi o ipoudenti. Ingresso a 4 euro per tutti gli altri, compresi eventuali accompagnatori.
 
Film vincitore di 6 PREMI OSCAR NEL 2017 PER: MIGLIOR REGIA, ATTRICE PROTAGONISTA (EMMA STONE), FOTOGRAFIA, COLONNA SONORA, SCENOGRAFIA E CANZONE ORIGINALE ("CITY OF STARS").

 

 

La prima cosa bella di Paolo Virzì (2009) Cinema Massimo, martedì 10 aprile alle ore 20.30. 

Diretto da Paolo Virzì. È il nono film del regista livornese, che torna a girare nella sua città natale. Le riprese sono iniziate l'11 maggio 2009 e il film è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 15 gennaio 2010.
Il film ha ottenuto 18 candidature ai David di Donatello 2010, tra cui quelle per il miglior film, il miglior regista e i migliori attori, vincendo tre premi, per la sceneggiatura, l'attrice protagonista (Micaela Ramazzotti) e l'attore protagonista(Valerio Mastandrea). Ha inoltre ottenuto 10 candidature ai Nastri d'argento 2010, vincendo quattro premi, per il regista del miglior film, la sceneggiatura, l'attrice protagonista (Micaela Ramazzotti e Stefania Sandrelli) e i costumi.
È stato scelto dalla commissione dell'ANICA come candidato italiano all'Oscar 2011 per il miglior film straniero.

La proiezione è gratuita per per gli spettatori ciechi o ipovedenti, sordi o ipoudenti. Ingresso a 4 euro per tutti gli altri, compresi eventuali accompagnatori.

Il film più votato nel sondaggio tra le associazioni partecipanti al precedente Più Cinema per Tutti  e vincitore di numerosi DAVID DI DONATELLO e NASTRI D’ARGENTO 2010.

 

LA VITA È BELLA di Roberto Benigni.(1997) Cinema Massimo, lunedi 7 maggio alle ore 20.30

La vita è bella
 è un film del 1997 diretto e interpretato da Roberto Benigni. Il titolo del film è tratto dalla frase «La vita è bella. Possano le generazioni future liberarla da ogni male, oppressione e violenza e goderla in tutto il suo splendore» del testamento di Lev Trotsky.
Vincitore di tre Premi Oscar: miglior film straniero, miglior attore protagonista (Roberto Benigni) e migliore colonna sonora (Nicola Piovani), su sette nomination totali, la pellicola vede protagonista Guido Orefice, uomo ebreo ilare e giocoso, che - deportato insieme con la sua famiglia in un lager nazista - cercherà di proteggere il figlio dagli orrori dell'Olocausto, facendogli credere che tutto ciò che vedono sia parte di un fantastico gioco in cui dovranno affrontare prove durissime per vincere il meraviglioso premio finale.
Fu presentato in concorso al 51º Festival di Cannes, dove vinse il Grand Prix Speciale della Giuria; inoltre vinse 9 David di Donatello, 5 Nastri d'argento, il Premio César per il miglior film straniero, 5 Globi d'Oro, 2 European Film Awards e un premio medaglia a Gerusalemme. Fu inoltre inserito dal National Board of Review of Motion Pictures nella lista dei dieci migliori film stranieri del 1998. La colonna sonora firmata da Nicola Piovani fu acclamata in tutto il mondo, divenendo uno dei pezzi pregiati della discografia del compositore.

 

Le proiezioni della rassegna di Più Cinema per Tutti sono gratuite per gli spettatori con disabilità uditiva, mentre tutti gli altri, e quindi anche eventuali accompagnatori, pagano il biglietto unico ridotto a 4 euro (ad esclusione di SHORT SKIN, gratuito per tutti).

 

Chi è interessato può segnalarci la volontà di partecipare scrivendoci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., vi consigliamo di seguire anchela pagina FB più cinema per tutti in modo da essere aggiornati e leggere i comunicati.

Ospedale Maggiore della Carità di Novara, consegnato il pannello del progetto APIC 2017


Novara, 5 Marzo 2018.


Proseguono le installazioni dei pannelli ad induzione magnetica donati da APIC con il proprio "Progetto di sensibilizzazione alle barriere uditive 2017", gli ausili utilizzabili sui banchi di accoglienza, prenotazioni e informazioni hanno lo scopo di agevolare i portatori di protesi acustica e impianto Cocleare muniti di bobina TCOIL nella comprensione del parlato, essi trovano la loro utilità soprattutto in locali dove il rumore di fondo può essere molto fastidioso, facendo in modo che le informazioni dell'addetto  siano più facilmente comprensibili.
L'apparecchiatura che fa parte dei 9 ausili messi in donazione ad altrettanti presidi sanitari piemontesi è stata installata presso lo sportello del Centro Prelievi dell'Ospedale Maggiore della Carità di Novara.
Il progetto oltre a promuovere presso le strutture pubbliche le tecnologie utili a chi ha problemi di udito è volto anche alla sensibilizzazione e all'informazione riguardo le tecnologie che possono essere di supporto a chi è portatore di protesi acustica o impianto cocleare.
Il progetto, assieme agli altri 3 che APIC sta portando avanti è reso possibile tramite i contributi 5x1000 2014 ricevuti.

Vedi anche l'articolo pubblicato su www.maggioreinformazione.it il portale di informazione online dell'Azienda ospedaliero universitaria Ospedale Maggiore della Carità di Novara.

 

"Il vostro amico sordo" di APIC alla scuola Elementare G. Allievo di Torino

L’APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare ha intrattenuto il 28 Febbraio 2018 gli alunni della Classe 2C della scuola Scuola Elementare Giuseppe Allievo via Vibò, 62 a Torino. Il vostro amico sordo è un progetto storico dell’Associazione, da sempre rivolto alle classi della scuola secondaria di primo grado, ai familiari ed agli insegnanti di bambini portatori di protesi e/o di impianto cocleare; ha come obbiettivo il far conoscere le problematiche relative alla sordità e all’inserimento scolastico del bambino sordo all’interno della classe in cui ci sia un compagno affetto da sordità e favorire la condivisione delle problematiche inerenti la disabilità uditiva nell’intento di ottimizzare il percorso educativo e formativo dei bambini portatori di protesi e/od impianto cocleare.

Il progetto è inserito tra le offerte previste all’interno dell’iniziativa denominata “Incontri di sensibilizzazione all’handicap” del Progetto Integrazione Scuola dell’Obbligo della Divisione Servizi Educativi della Città di Torino .
L’attività ha lo scopo di sensibilizzare, informare gli alunni sulle problematiche che comporta la riduzione più o meno grave dell’udito, infatti si è cercato  con linguaggio accessibile di far comprendere il funzionamento dell’udito e le difficoltà che deve affrontare una persona con disabilità uditiva  nella vita quotidiana e come si può prevenire , curare e superare  la sordità.

 

La Gang del Pensiero e le loro storie

Un grosso plauso per l'iniziativa all'Associazione FIADDA Piemonte e alla Libreria La Gang del Pensiero che con il laboratorio di letture ad alta voce dedicato a bambini dai 3 ai 6 anni si affianca idealmente al laboratorio APIC"Hey ti voglio raccontare", che quest'anno si propone ai ragazzi delle scuole medie e degli istituti superiori.


Riportiamo integralmente l'articolo pubblicato dagli amici del portale Superando, nel quale viene illustrata nei dettagli l'iniziativa di FIADDA Piemonte

A tutti i bambini piace farsi raccontare una storia

Grazie all’interessamento della FIADDA Piemonte (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), è ora aperta anche ai bambini con disabilità uditiva la bella iniziativa gratuita, promossa già da tempo dalla Libreria La Gang del Pensiero di Torino, consistente in una serie di letture mensili ad alta voce. Il tutto con la consapevolezza dell’effetto positivo che l’ascolto può avere sullo sviluppo linguistico, sulla comprensione della lingua e sull’ampliamento del vocabolario degli stessi bambini con disabilità uditiva

Torino, lettura ad alta voce alla Libreria Gang del Pensiero

Lettura ad alta voce alla Libreria Gang del Pensiero di Torino, un’esperienza aperta ora anche ai bambini con disabilità uditiva

«Non tutti i bambini amano leggere… ma a tutti i bambini piace farsi raccontare una storia. È per questo che vogliamo promuovere le letture ad alta voce che si svolgono ogni secondo giovedì del mese nell’accogliente Libreria La Gang del Pensiero di Torino (Corso Telesio, 99). Più che una libreria è un punto d’incontro, un piccolo centro culturale, originale e accogliente, situato vicino al Parco della Pellerina. Vi si trovano tanti libri per grandi e bambini, con tutto lo spazio per sfogliarli su seggioline o su un bel tappetone, e tutto il tempo per chiedere consiglio o fare due chiacchiere. È in tale contesto che Andrea, il titolare, sa incantare i bambini con grande abilità e simpatia, trasportandoli  in mondi fantastici».
A presentare questa bella iniziativa attuata già da anni con successo nel capoluogo piemontese, insieme a bambini dai 3 ai 6 anni, è la FIADDA Regionale (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), tanto più soddisfatta, ora, avendone promosso l’apertura anche ai bambini con disabilità uditiva, «con la consapevolezza dell’effetto positivo che l’ascolto può avere sullo sviluppo linguistico, sulla comprensione della lingua e sull’ampliamento del loro vocabolario. La lettura ad alta voce è anche il modo migliore per avvicinare i bambini ai libri e per farne, da grandi, dei lettori».
L’attività, altro elemento non certo trascurabile, è completamente gratuita(S.B.)

Ringraziamo Paolo De Luca per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Fonte Superando.it articolo pubblicato il 23 febbraio 2018 al seguente LINK

 

"Il vostro amico sordo" di APIC riparte dalla scuola P. Baricco

L’APIC Associazione Portatori Impianto Cocleare ha intrattenuto il 20 Febbraio 2018 gli alunni della Classe 2G della scuola P. Baricco di Corso Peschiera 380 a Torino. Il vostro amico sordo è un progetto storico dell’Associazione, da sempre rivolto alle classi della scuola secondaria di primo grado, ai familiari ed agli insegnanti di bambini portatori di protesi e/o di impianto cocleare; ha come obbiettivo il far conoscere le problematiche relative alla sordità e all’inserimento scolastico del bambino sordo all’interno della classe in cui ci sia un compagno affetto da sordità e favorire la condivisione delle problematiche inerenti la disabilità uditiva nell’intento di ottimizzare il percorso educativo e formativo dei bambini portatori di protesi e/od impianto cocleare.

Il progetto è inserito tra le offerte previste all’interno dell’iniziativa denominata “Incontri di sensibilizzazione all’handicap” del Progetto Integrazione Scuola dell’Obbligo della Divisione Servizi Educativi della Città di Torino .
L’attività ha lo scopo di sensibilizzare, informare gli alunni sulle problematiche che comporta la riduzione più o meno grave dell’udito, infatti si è cercato  con linguaggio accessibile di far comprendere il funzionamento dell’udito e le difficoltà che deve affrontare una persona con disabilità uditiva  nella vita quotidiana e come si può prevenire , curare e superare  la sordità.

Quanto sia importante e benefico il rapporto di solidarietà/emulazione tra coetanei e in particolare tra i bambini  che frequentano la scuola primaria è riconosciuto da tutti,   ecco perché riteniamo che l’informazione attraverso il progetto “chi è il vostro amico sordo “ possa  essere un contributo alla qualità della vita  dei ragazzi con disabilità uditiva  e un momento educativo  e di conoscenza per le figure professionali che operano all’interno della classe 
La prevenzione , la conoscenza delle possibili cause della sordità , la giusta attenzione ai rischi  per il nostro udito è una responsabilità che non va delegata  essenzialmente soltanto ai medici ai tecnici  ai quali si ricorre in genere al momento dell’insorgere dei segnali di disagio e sofferenza ,  deve far parte della cassetta degli “attrezzi” di ognuno di noi  ,degli adulti e dei ragazzi. Gli adulti  dai bambini   possono riscoprire  il bellissimo dono  che si  possiede in quella fase significativa della vita   cioè la spontaneità di donarsi nell’aiuto verso i compagni. Dono che deve però essere  incentivato, per  migliorare in senso positivo e solidale come un elemento costante e abituale della quotidianità.

 

ASL5 Distretto di Nichelino, consegnato il pannello del progetto APIC 2017

Nichelino, 14 Febbraio 2018. Proseguono le installazioni dei pannelli ad induzione magnetica donati da APIC con il proprio "Progetto di sensibilizzazione alle barriere uditive 2017", gli ausili utilizzabili sui banchi di accoglienza, prenotazioni e informazioni hanno lo scopo di agevolare i portatori di protesi acustica e impianto Cocleare muniti di bobina TCOIL nella comprensione del parlato, essi trovano la loro utilità soprattutto in locali dove il rumore di fondo può essere molto fastidioso, facendo in modo che le informazioni dell'addetto  siano più facilmente comprensibili.

L'apparecchiatura che fa parte dei 9 ausili messi in donazione ad altrettanti presidi sanitari piemontesi è installato presso uno Sportello del CUP dell'ASL5 del Distretto di Nichelino  in Via Debouché, 8 - Nichelino.
Il progetto oltre a promuovere presso le strutture pubbliche le tecnologie utili a chi ha problemi di udito è volto anche alla sensibilizzazione e all'informazione riguardo le tecnologie che possono essere di supporto a chi è portatore di protesi acustica o impianto cocleare.
Il progetto, assieme agli altri 3 che APIC sta portando avanti nel 2017 è reso possibile tramite i contributi 5x1000 2014 ricevuti.

 

ASL5 Ospedale Santa Croce di Moncalieri, consegnato il pannello del progetto APIC 2017

Moncalieri, 14 Febbraio 2018. Proseguono le installazioni dei pannelli ad induzione magnetica donati da APIC con il proprio "Progetto di sensibilizzazione alle barriere uditive 2017", gli ausili utilizzabili sui banchi di accoglienza, prenotazioni e informazioni hanno lo scopo di agevolare i portatori di protesi acustica e impianto Cocleare muniti di bobina TCOIL nella comprensione del parlato, essi trovano la loro utilità soprattutto in locali dove il rumore di fondo può essere molto fastidioso, facendo in modo che le informazioni dell'addetto  siano più facilmente comprensibili.

L'apparecchiatura che fa parte dei 9 ausili messi in donazione ad altrettanti presidi sanitari piemontesi è stata provvisoriamente installata presso lo sportello di accettazione ORL dell'Ospedale Santa Croce di Moncaliericiò in attesa che vengano ultimati i lavori di ristrutturazione nell'atrio centrale, nel quale il pannello in un secondo momento troverà la sua destinazione definitiva presso il banco della Reception.
Il progetto oltre a promuovere presso le strutture pubbliche le tecnologie utili a chi ha problemi di udito è volto anche alla sensibilizzazione e all'informazione riguardo le tecnologie che possono essere di supporto a chi è portatore di protesi acustica o impianto cocleare.
Il progetto, assieme agli altri 3 che APIC sta portando avanti nel 2017 è reso possibile tramite i contributi 5x1000 2014 ricevuti.

 

SOUNDFRAMES - Una mostra per tutti

26 gennaio 2018 > 7 gennaio 2019 – Mole Antonelliana - Via Montebello, 20 - 10124 Torino TO

 Al via presso il Museo Nazionale del Cinema di Torino il  SOUNDFRAMES. CINEMA e MUSICA in MOSTRA.
Mostra totalmente accessibile come sempre ad ogni tipo di disabilità, in cui anche questa volta APIC è stata coinvolta. Questo grazie all'impegno e all'attenzione che da sempre il Museo del Cinema di Torino mette in campo per contrastare nel miglior modo qualsiasi tipo di barriera,  sia architettonica che sensoriale.
Oltre alle informazioni per l'accesso facilitato presenti nel comunicato stampa sottostante, ci preme segnalare un ulteriore passo avanti sull'accessibilità delle persone con problemi di udito. L'audioguida necessaria per effettuare il percorso della mostra, già dotata di cuffie conformate per l'alloggiamento delle protesi uditive, ha anche la possibilità di essere collegata tramite jack 3,5 mm ad eventuali ausili di ascolto in possesso del disabile uditivo.
 
 da comunicato stampa del Museo del Cinema:

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino presenta SOUNDFRAMES. CINEMA E MUSICA IN MOSTRA, un progetto innovativo nato da un concept di Donata Pesenti Campagnoni e a cura di Grazia Paganelli e Stefano Boni. Co-curatore è Maurizio Pisani, direttore di SeeYouSound International Music Film Festival, giunto quest’anno alla sua quarta edizione e di cui la mostra è ideale prosecuzione e ampliamento.
La mostra è dedicata a Gianni Rondolino.

SoundFrames è una mostra innovativa che racconta la trasversalità delle arti, le contaminazioni tra due diversi linguaggi artistici, il cinema e la musica, e ha caratteristiche completamente innovative rispetto al passato. Unica per eterogeneità e ricchezza delle proposte, usa la multimedialità come veicolo per offrire al pubblico una visita esperienziale immersiva e totale nell’universo del cinema e della musica, anche  grazie alle cuffie wireless e a una tecnologia intelligente e avanzata. E’ una mostra viva, che tocca le corde emozionali dello spettatore e che segna un nuovo corso.

 Il percorso di visita si sviluppa lungo la rampa elicoidale: 9 aree tematiche, oltre 130 sequenze di film proiettate su 60 schermi per un totale di 90 metri di proiezione lineare, quasi a formare un film ideale che racconta i mille modi in cui la musica e le immagini del cinema si sono incontrate nel corso di oltre un secolo. Il percorso è duplice: cronologico e tematico.

Si parte dal cinema muto, prima espressione del rapporto tra le due arti. Qui la musica veniva eseguita durante le proiezioni: il pianista improvvisava per coprire il fastidioso rumore del proiettore. Solo in seguito i registi si sono resi conto che potevano spingersi oltre e creare qualcosa di nuovo. è qui che la musica inizia a sottolineare il potere delle immagini.

Il passaggio successivo è il musical, che nasce quasi subito dopo l’avvento del sonoro: lo sviluppo narrativo e drammaturgico della vicenda è strutturato su canzoni e danze. Da qui in poi il precorso cronologico si fonde con quelli tematici. A partire dalla sezione dedicata ai grandi compositori, che mette in luce come questi abbiano imposto al sistema produttivo hollywoodiano le partiture originali: la musica traduce le emozioni e nascono le colonne sonore.

Alcuni autori, invece, riconoscono nella musica la facoltà di essere molto più di un mero accompagnamento delle immagini, caricandola di senso e di una funzione più complessa rispetto al passato. Nella sezione dedicata al cinema d’autore si racconta questo particolare rapporto che si sviluppa tra nouvelle vague e New Hollywood.

 Il documentario musicale si impone come genere narrativo negli anni ’60 con l’arrivo del rock e dei registi indipendenti. Nuove declinazioni di cinema di finzione in rapporto alla musica sono il biopic (film biografici che ricostruiscono momenti salienti della vita e dell’opera di artisti) e i film musicali, capaci di inventarsi vite immaginarie dentro i molteplici mondi della musica.

L’horror è il genere cinematografico che maggiormente ha saputo sfruttare l